LearnItalianwith Us!

Start Learning!

Italian Language Blog

The Foundlings – Nina’s Story Posted by on May 19, 2017 in Vocabulary

Here’s my translation of Serena’s recent article I Trovatelli – La Storia Di Nina:

Nina è una gattina dolcissima dagli occhi bellissimi. Anche lei, come tutti i nostri mici, è una randagia del paese, che ha contribuito molto alla sopravvivenza della sua razza. Ora che non è più giovanissima (pensiamo che abbia 7 o 8 anni), è giunto il momento che vada in pensione, e così è venuta a stare nella casa di riposo di Geoff e Serena.
Nina is a very sweet cat with beautiful eyes. Like all our cats, she’s a village stray who has contributed a lot to the survival of her species. Now that she’s no longer young (we think she’s about 7 or 8 years old) the time has arrived for her to retire, and so she came to stay in Geoff and Serena’s rest home.

Ecco la Frankengatta appena tornata a casa nostra. Here’s the Frankencat when she’d just got home again.

Ma andiamo per gradi …
But let’s take it step by step …

Come ho già detto, Nina è una gatta del luogo che abbiamo visto in giro per il paese per tanti anni, sempre affamata, ogni primavera accompagnata da almeno un gattino. Ha il pelo medio-lungo bianco e nero e due bellissimi occhi color ambra.
As I’ve already said, Nina is a local cat that we’ve seen around the village for many years, always hungry, and accompanied each spring by at least one kitten. She has medium length black and white fur and two beautiful amber coloured eyes.

Un paio di mesi fa abbiamo notato che aveva un orecchio tutto graffiato, spesso sanguinante. Memori dello spettacolo penoso a cui avevamo assistito i primi tempi che eravamo qui in paese, quando c’erano stati un paio di gatti con le orecchie malate e non curate, abbiamo deciso di acchiappare Nina e medicarla.
A couple of months ago we noticed that one of her ears was all scratched and often bleeding. Remembering the painful sight we had witnessed during our early days in the village, when there were a couple of cats with diseased and untreated ears, we decided to catch Nina and treat her.

Prenderla è stato più facile del previsto, non solo perché era affamata e perciò ben felice di avere croccantini e latte, ma anche perché non ha paura delle coccole, anzi! Appena l’abbiamo presa in braccio abbiamo notato che era leggera come una piuma, le si sentivano tutte le costole, ed era piena di zecche.
Catching her was easier than expected, not only because she was hungry and therefore very happy to be given cat biscuits and milk, but also because she’s not afraid of cuddles, quite the opposite! As soon as we picked her up, we noticed that she was as light as a feather, you could feel all her ribs, and she was covered in ticks.

Nina due settimane fa. Nina two weeks ago.

Dopo un paio di settimane di cure non c’era nessun miglioramento visibile, a parte il fatto che non le si sentivano più le costole, per cui l’abbiamo portata dal veterinario. Il verdetto è stato inaspettato e impietoso: tumore a tutte e due le orecchie! Non c’era altra scelta che operarla, e già che c’eravamo l’abbiamo fatta sterilizzare, tutto compreso nel prezzo!
After a couple of weeks of treatment she showed no sign of improvement, apart from the fact that you couldn’t feel her ribs any more, so we took her to the vet. The verdict was cruel and unexpected: tumours on both ears! There was no choice but to have her operated on, and while we were at it we had her sterilized as well, all included in the price!

Quando siamo andati a riprenderla dopo l’operazione, abbiamo ricevuto uno shock! Tutta spaventata, con la testa rasata, senza le orecchie, i punti che le uscivano dai monconi, senza vibrisse, la pancia e le zampe anteriori rasate. Per di più il veterinario ci ha confessato di aver sbagliato e di aver scaldato troppo il bisturi elettrico, ustionandole l’orecchio sinistro e il naso, e per questo motivo le aveva dovuto tagliare le vibrisse.
When we went to pick her up after the operation we had a shock! She was very scared, with her head shaven, no ears, stitches sticking out of the stumps, without whiskers, and with her tummy and front legs shaven. What’s more the vet confessed to us that he’d made a mistake and had overheated the electric scalpel, burning her left ear and her nose, which is why he’d had to cut her whiskers off.

Povera Nina, più che un gatto sembrava la versione felina di Frankenstein! A quella vista Geoff ha commentato: “Ma come, ti avevamo portato una gatta e ci ridai un chihuahua!”, e l’ha soprannominata “la Gatta Modificata”. Tornata a casa, i primi giorni Nina era tutta disorientata. Senza i padiglioni auricolari e senza le vibrisse non aveva più il senso della distanza, per cui non faceva altro che sbattere la testa da tutte le parti.
Poor Nina, she looked more like the feline version of Frankenstein than a cat! When he saw her, Geoff commented: “How come, we brought you a cat and you’ve given us back a chihuahua!”, and he nicknamed her “The Modified Cat”. Back home again Nina was completely disorientated for the first few days. Without her ears and whiskers she no longer had any sense of distance, so she was always banging her head everywhere.

Nina oggi. Nina today.

Dopo oltre un mese di medicazioni e parecchie visite di controllo, ora Nina è perfettamente guarita: le vibrisse stanno ricrescendo, così come il pelo sulla testa e le zampe, le orecchie sono cicatrizzate, anche se ovviamente non ricresceranno, e ha messo su un po’ di peso. Ha anche imparato ad usare la lettiera, ma spesso ha problemi a “centrare il bersaglio”! Si sta perfettamente integrando con il resto della famiglia e delle volte gioca con Ambra e Mr.Black, e la sera guarda i film in grembo a Geoff.
After over a month of treatment and several check-ups, Nina has now made a full recovery: her whiskers are growing back, as is the fur on her head and legs, her ears are healed, although they obviously won’t grow back, and she’s put a bit of weight on. She’s also learned to use the litter tray, but she often has problems “hitting the target”! She’s fitting in perfectly with the rest of the family, and sometimes plays with Amber and Mr.Black, and in the evening she watches films lying on Geoff’s lap.

If you haven’t already seen them you may also enjoy:

I Trovatelli

The Foundlings

I Trovatelli – Part 2

The Foundlings – Part 2

Tags: ,
Share this:
Pin it

Comments:

  1. paolo minotto:

    Ciao Serena e Geoff,

    “i padiglioni auricolari”
    C’è una differenza tra questa e “le orecchie”?


Leave a comment: