LearnItalianwith Us!

Start Learning!

Italian Language Blog

Il Dottore Delle Bambole – Part 3 – Traduzione Posted by on Oct 11, 2018 in Italian Language, Translation

Ecco come promesso la traduzione italiana della terza parte del nostro giallo pubblicato all’inizio di questa settimana, Il Dottore Delle Bambole 3

Amongst his colleagues, Augusto’s choice of office was viewed as somewhat … let’s say ‘eccentric’. Certainly, a disused prison cell isn’t the first thing that comes to mind when you think of the workplace of a police inspector.

Fra i colleghi, la scelta dell’ufficio da parte di Augusto era considerata in un certo qual modo … diciamo ‘eccentrica’. Certo, una cella in disuso non è la prima cosa che viene in mente quando si pensa al posto di lavoro di un ispettore di polizia.

But when the old police station had been restructured and modernised a few years previously, Augusto had specifically requested cell 3, which had been earmarked for use as a storage room, for his new office. To him, the choice made perfect sense because it fitted his three main requirements:
1. It was quiet, being set aside the main clump of offices and their constant distracting hustle and bustle
2. It had one solitary window set high up in the wall, hence less distraction from the outside world
3. It was a fitting reminder of which side of the line he inhabited, that fine line, often faded and indistinct, between law and order and senseless criminality.

Ma quando il vecchio commissariato di polizia era stato ristrutturato e modernizzato alcuni anni prima, Augusto aveva specificamente richiesto la cella numero 3, destinata ad uso magazzino, come suo nuovo ufficio. Per lui la scelta aveva perfettamente senso perché rispondeva ai suoi tre requisiti principali:
1. Era tranquilla, essendo posta in disparte dal gruppo principale degli uffici col loro continuo viavai che distraeva
2. Aveva una sola finestra situata su in alto nel muro, quindi meno distrazione dal mondo esterno
3. Gli ricordava opportunamente da quale lato della linea stava lui, quella linea sottile, spesso scolorita e indistinta, fra ordine e legalità e insensata criminalità.

In fact, Augusto’s office door was left permanently ajar because, as he often explained to colleagues, “it reminds me that I can get up and walk out of here a free man whenever I choose, unlike those that I put away.”

Infatti la porta dell’ufficio di Augusto era permanentemente socchiusa perché, come spiegava spesso ai colleghi, “mi ricorda che io posso alzarmi ed uscire da qui un uomo libero quando voglio, al contrario di quelli che chiudo via.”

Laozi a dorso di un bue. Public Domain.

Another of Augusto’s ‘eccentricities’ was his minimalism. His office contained nothing extraneous, and very little that could be considered personal. With two exceptions:
The first of these being a framed piece of Chinese calligraphy recalling one of his favourite proverbs by the 5th century philosopher Laozi: “To know yet to think that one does not know is best; Not to know yet to think that one knows will lead to difficulty.”
This piece of wisdom was appended to the wall to the left of the second personal object: a large, battle-scarred bureau, which filled most of the limited space in Augusto’s cell-cum-office.

Un’altra delle ‘eccentricità’ di Augusto era il suo minimalismo. L’ufficio non conteneva nulla di irrilevante, e molto poco di ciò che potesse essere considerato personale. Con due eccezioni:
La prima era un pezzo di calligrafia cinese incorniciato, che riportava uno dei suoi aforismi preferiti del filosofo del V secolo Laozi: “Sapere ma pensare di non sapere è la cosa migliore; non sapere e pensare di sapere porta a difficoltà.”
Questo pezzo di saggezza era appeso al muro a sinistra del secondo oggetto personale: una grande scrivania segnata dalle battaglie, che riempiva la maggior parte dello spazio limitato della cella/ufficio di Augusto.

Battle-scarred is, in fact, a very apt description, as it was one of the few pieces of furniture recovered intact from his parents house when it was all but destroyed by an allied bomb during one of the final air raids on Livorno in the closing days of World War 2.

Segnata dalle battaglie è, in effetti, una descrizione molto appropriata, poiché era uno dei pochi mobili recuperati intatti dalla casa dei suoi nonni quando era stata completamente distrutta da una bomba alleata durante uno dei raid finali su Livorno nei giorni conclusivi della Seconda Guerra Mondiale.

This old stalwart, normally neat and tidy, was today cluttered with a number of plastic evidence bags, each containing one of the pieces of doll that Augusto and Ciceri had discovered at the scenes of the gruesome butcherings. The author of these heinous crimes remained, so far, incognito, but Augusto was convinced that the vital clue lay in the macabre collection spread before him.

Questo vecchio prode, normalmente pulito e ordinato, era oggi ingombro di una serie di buste di plastica per le prove, contenente ciascuna uno dei pezzi di bambola che Augusto e Ciceri avevano rinvenuto sulle scene dei raccapriccianti macelli. L’artefice di questi crimini atroci rimaneva, finora, sconosciuto, ma Augusto era convinto che l’indizio vitale si trovasse nella macabra collezione sparsa davanti a lui.

He had been sitting thoughtfully at his bureau for at least two hours now, elbows resting on the edge, thumbs supporting his chin, hand together with the two index fingers resting on his nose, as if in prayer. This was Augusto’s well known ‘thinking position’, and if any of his subordinates, on approaching the open office door, looked in and saw him ‘praying’, they’d politely turn on their heels, walk away and come back at a ‘more convenient’ time.

Da almeno due ore era seduto pensieroso alla scrivania, i gomiti appoggiati sul bordo, i pollici a sostenere il mento, le mani congiunte coi due indici appoggiati sul naso, come se stesse pregando. Questa era la ben nota ‘posizione pensante’ di Augusto, e se qualcuno dei suoi subalterni, avvicinandosi alla porta dell’ufficio, guardava dentro e lo vedeva ‘in preghiera’, educatamente girava i tacchi, camminava via e tornava in un momento ‘più opportuno’.

“Enough!” Augusto suddenly sat upright, stretched his arms above his head, glanced for a moment at the calligraphy, then reached for the phone.

“Basta!” Augusto improvvisamente si raddrizzò, stirò le braccia sopra la testa, lanciò una breve occhiata verso lo scritto, poi si allungò verso il telefono.

“Scaccalossi, send lieutenant Ciceri to my office please.”
“Yes sir, I’ll send him right away.”

“Scaccalossi, mandi il Tenente Ciceri nel mio ufficio, per piacere.”
“Sissignore, lo mando immediatamente.”

Two minutes later, a rap of knuckles on the half open door announced the arrival of Ciceri.
“Come in Ciceri, it’s time for action, we have work to do.”

Due minuti dopo, un colpo di nocche sulla porta mezzo aperta annunciò l’arrivo di Ciceri.
“Entri, Ciceri, è ora di agire, abbiamo del lavoro da fare.”

“That’s good news inspector, this case has really got me on edge, how do we proceed?”
“I want you to send out a nationwide request to our colleagues for information on any crimes that resemble those that we’re currently investigating. In particular, I want to know if anything unusual, doll body parts for example, has been found at the crime scenes.”

“Questa è una buona notizia, Ispettore, questo caso mi tiene sulle spine, come procediamo?”
“Voglio che lei spedisca una richiesta a livello nazionale ai nostri colleghi per informazioni su qualunque crimine che somigli a quelli che stiamo investigando al momento. In particolare, voglio sapere se sulla scena del delitto sia stato trovato qualcosa di insolito, parti di bambola per esempio.”

“Certainly sir, and what about yourself, do you have any new leads to follow?”
“I, Ciceri, am going to Bar Emma for a coffee and pastry!”
“Oh … really sir … it’s just that I thought …”

“Certamente Signore! e per quanto riguarda lei, ha dei nuovi indizi da seguire?”
“Io, Ciceri, vado al Bar Emma per un caffè e una pasta!”
“Oh … veramente Signore … è solo che pensavo …”

“Don’t worry Ciceri, I’m meeting with a couple of our friends from the press. It’s time to make the public aware of this interesting development. An intriguing news article with, perhaps, a photo of our surreal collection of doll limbs might just jog someone’s memory, don’t you think?”

“Non si preoccupi, Ciceri, vado ad incontrare un paio dei nostri amici della stampa. E’ ora che il pubblico venga a conoscenza di questo interessante sviluppo. Un articolo intrigante con, probabilmente, una foto della nostra surreale collezione di pezzi di bambola potrebbe risvegliare la memoria di qualcuno, non pensa?”

“Certainly Sir, very good idea, in fact I was thinking along the same lines when you called for me”
“Of course, of course, well done Ciceri … right, let’s get cracking then, and see what we can unearth!”

“Certamente Signore, ottima idea, infatti stavo pensando su questa falsariga quando lei mi ha convocato.”
“Certo, certo, ben fatto Ciceri … bene, diamoci da fare allora, e vediamo cosa riusciamo a dissotterrare!”

Tags: ,
Share this:
Pin it

Comments:

  1. margaret barber:

    Love your work. Your my favorite pen pal.

  2. paolo:

    Ciao G/S,

    mi dispiacce… ” contenete ciascuna uno dei pezzi di bambola” oppure ” contenente ciascuna….”?

    • Serena:

      @paolo Ciao Paolo,
      grazie per avermelo fatto notare. Sì, è ‘contenente’. Una piccola n fa tutta la differenza!
      Saluti da Serena

  3. Laraine philp:

    Thankyou so much for the blogs that you post. I live in Australia and I am learned ng to speak Itslian. They are so helpful for my learning I just want you to know that I appreciate all the hard work which is done to produce these stories.
    Thankyou
    Laraine


Leave a comment to paolo