LearnItalianwith Us!

Start Learning!

Italian Language Blog

Climate Change Posted by on Oct 1, 2018 in Humour, Travel

In my brief post informing you of our absence I wrote: “But fear not, we shall soon return to our beautiful, and sometimes crazy Italian peninsula with renewed vigour and inspiration!”

Cielo inglese

Ho davvero scritto questo?

Sì, siamo tornati, la penisola è bellissima e un po’ pazza pure … ma il vigore e l’ispirazione???

A dire il vero, attualmente ho il vigore di una spugna e l’ispirazione di una … di un … ma non ve lo so neanche dire perché mi manca assolutamente l’ispirazione!

Avete presente l’interno di una pallina da ping pong? Ecco un’immagine perfetta del mio cervello … un vuoto assoluto …..

Ma vediamo se riesco a recuperare qualche memoria da quel buco nero che c’ho dentro la testa …..

Ah, ecco una cosa divertente: dopo su per giù tre mesi senza portare la giacca, avvicinandomi all’aeroporto di Pisa mi rendo conto che in Inghilterra farà freddo e sono sprovvisto della suddetta. Cacchio, che cretino che sono!

Ma dai, magari non sarà così freddo, in fin dei conti siamo soltanto a settembre, e qua a Pisa fa 31°C, mi dico, provando ad illudermi. Intanto oramai è troppo tardi, bisogna prendere l’aereo.

Eppure sì, quando scendiamo dall’aeroplano all’aeroporto di Luton fa un freddo boia … mannaggia!

Non aiuta che c’è un vento così forte che non hanno potuto mettere su la scala posteriore all’uscita dell’aereo per paura che il vento la soffiasse via! E noi che facevamo i furbi sedendoci proprio sul dietro della cabina accanto all’uscita che ora resterà chiusa. Ma che palle, così siamo proprio gli ultimi a scendere!

Per farvi capire meglio il vento che c’è qui a Luton, l’aeroplano pur essendo teoricamente stazionario al gate di sbarco, ondeggia come una piccola barca a vela in mezzo al mare mosso.

Ma questo non è niente in confronto alla spettacolare discesa ed atterraggio che abbiamo appena fatto. Avete presente una coppia che balla una salsa cubana? Ecco, il nostro bellissimo Boing Airbus l’ha interpretata a perfezione. Io sono abbastanza esperto di aerei, essendone appassionato fin da ragazzo, ma credo che molti dei poveri passeggeri non sapevano prima che il velivolo era capace di muoversi in tre direzione contemporaneamente.

Insomma, credo che ci sia stato chi se l’è fatta addosso!

Comunque, terraferma, siamo arrivati e ora bisogna recarsi all’ufficio della compagnia che ci noleggia la macchina. Mi viene il nervoso soltanto a pensarci, non sono più abituato a guidare una macchina con lo sterzo a destra, e lasciamo perdere che qui le strade sono tutte alla rovescia, questi pazzi di inglesi guidano sulla sinistra! Aspetta, lo sono anch’io, inglese cioè … o ero … una volta …

Su, coraggio! Prendiamo la macchina, una bella FIAT Cinquecento (alla rovescia naturalmente), dopotutto siamo italiani, no?

Ma, infatti no! Noi apparteniamo a quella strana categoria di mezzo, e dovunque andiamo siamo sempre dei forestieri. E personalmente mi va bene così, sono Homo Europeus!

Dear readers, if there’s anything in this blog that you don’t understand please leave a comment so that I can help you. A presto!

Tags: ,
Share this:
Pin it

Comments:

  1. Elaine:

    Grazie di un altro post divertente e interessante! Io sono una viaggiatrice nervosa e se avessi vissuto un atterraggio come il vostro anch’io me la sarei fatta addosso!

    • Geoff:

      @Elaine Io, però, mi sono divertito! A me mi viene il nervoso perché soffro un po’ della claustrofobia quando sono rinchiuso per un po’ di tempo, ma per il volo in sé, problemi non ne ho.

      A presto, Geoff 🙂

  2. Frances:

    Che vuole dire “Che ci sia stato chi se l’e la fatto addosso?”

    • Geoff:

      @Frances Ciao Frances
      Allora … I hope my answer’s not too vulgar for you, but this is a common expression here: farsela addosso means ‘to crap oneself’

      Hence “credo che ci sia stato chi se l’è fatta addosso!” means ‘I believe that there may have been people who crapped themselves’. N.B. Credo che is followed by the subjunctive, hence sia stato.

      Alla prossima, Geoff 🙂

  3. Rosalind:

    Sei stato senza ispirazione ma ci hai datto quantunque un testo divertente e anche abbastanza arduo.
    Mi stupisce che l’aereo non fosse stato deviato.😟😟 C’era un pilota competente.

  4. paolo:

    La bellezza di essere un forestiero eterno è che non si smette mai di imparare e di vedere il mondo con degli occhi nuovi.


Leave a comment: