LearnItalianwith Us!

Start Learning!

Italian Language Blog

E’ Arrivato Babbo Natale Posted by on Dec 26, 2014 in Italian Language, Traditions

Da bambina avevo paura di Babbo Natale! Mi piaceva scrivere la letterina di Natale a Babbo Natale, mi piaceva l’attesa, mi piaceva ricevere i regali da lui, mi piaceva tantissimo vedere Babbo Natale da lontano, ma avevo il terrore di avvicinarmi a lui per prendere i regali. Quell’omone grande e grosso vestito in modo così strano, tutto di rosso, con quella barba bianca immensa, quel vocione che tuonava “Silenzio!”, quelle manone grandi grandi che si avvicinavano per darmi il regalo … tutta questa enormità di Babbo Natale mi terrorizzava.

the_return_of_evil_santa_by_granero-d36x5hr

C’è un Natale che mi è rimasto particolarmente impresso nella mente: era la sera della Vigilia di Natale ed eravamo a casa dei miei zii. Io dovevo avere quattro anni ed ero la più piccola di tutti i cugini lì riuniti. Ad un certo punto è suonato il campanello di casa. “Serena, vai ad aprire la porta” mi ha detto mia zia Anna. Sono andata ad aprire, mentre tutti gli altri sono rimasti in salotto in silenzio, e davanti a me c’era … Babbo Natale! “E’ questa casa Cricorian?” mi ha chiesto. Io ho fatto segno di sì con la testa, perché le parole non mi uscivano di bocca, e poi cercando di controllarmi sono tornata in salotto e ho detto a zia Anna: “Zia, c’è un signore che ti cerca”. Stupita dalla mia ‘non’ reazione, mia zia è andata a vedere e poi si è messa a ridere: “E’ Babbo Natale! Ma come, non l’hai riconosciuto?

E così, mentre tutti ridevano e gridavano “E’ arrivato Babbo Natale!” io mi sono nascosta terrorizzata dietro alla porta della sala, e non mi sono più mossa da lì finché Babbo Natale non se n’è andato. Mi sono rifiutata di andare a prendere i regali e i miei genitori hanno dovuto portarmeli. Da allora, per fortuna, non mi hanno più fatto avvicinare a Babbo Natale!

Vocabolario:

la letterina di Natale = Christmas list (to send to Father Christmas)

avvicinarmi a lui = get close to  him (literally: get myself closer to him) see also: ‘che si avvicinavano per darmi il regalo’ (that came closer to give me the present), and ‘non mi hanno più fatto avvicinare a Babbo Natale!’ (they never made me go close to Father Christmas again)

Quell’omone grande e grosso = that big enormous man. Omone is the accrescitivo (augmentative form) of uomo (man), meaning ‘big man’. Grande and grosso are synonyms and are often used together to mean ‘very big’

quel vocione che tuonava = that big thundering voice. Vocione is the accrescitivo (augmentative form) of voce (voice), meaning ‘big voice’

quelle manone grandi grandi = those big enormous hands. Manone is the accrescitivo (augmentative form) of mani (hands), meaning ‘big hands’. The repetition of grandi (big) gives more emphasis to the image

mi è rimasto particolarmente impresso nella mente = made a particular impression on me

a casa dei miei zii = at my uncle and aunts house (the masculine plural zii is used for uncles, or uncles and aunts, aunts plural would be zie)

tutti i cugini lì riuniti =  all the cousins gathered together there

“E’ questa casa Cricorian?” = is this the Cricorian household? (Cricorian is my family’s surname)

Io ho fatto segno di sì con la testa = I nodded (literally: I made a yes sign with my head)

non l’hai riconosciuto? = didn’t you recognise him?

io mi sono nascosta = I hid myself

finché Babbo Natale non se n’è andato = until Father Christmas had gone away. Finché … non = until

Any questions? Please feel free to leave a comment.

Tags: ,
Share this:
Pin it

Comments:

  1. Elaine:

    che bella storia!
    Buon Natale a voi e grazie ancora per tutti i vostri blog di quest’anno.

    • Serena:

      @Elaine Salve Elaine! Grazie e auguri di buon Anno anche a te!

  2. Anne:

    Heartfelt thanks for your wonderful blog – I don’t know how you keep coming up with material that is fresh and interesting. All the very best for 2015.

    • Serena:

      @Anne Grazie Anne! Tanti auguri di buon anno anche a te!

  3. Rita:

    Grazie per questa bella storiella. Quando ero piccola in Calabria c’era solamente La Befana Il Babbo Natale non esisteva.

    P’S. Serena sei forse di origine armena (arminiana)?

    • Serena:

      @Rita Salve Rita! Mio padre è armeno e mia madre italiana. Auguri!

  4. Sabrina:

    Che bella storia! Mi piace tanto!!


Leave a comment: