LearnItalianwith Us!

Start Learning

Italian Language Blog

Let’s Dance – Grammar and Vocabulary Posted by on May 30, 2019 in Grammar

Last week, Serena wrote about her experience in an Italian folk dance workshop. I thought it would be useful to focus in on a few points of grammar.

Una sera d’estate di qualche anno fa avevo visto ballare la pizzica e altre danze tradizionali del Sud Italia qui in piazza a Pontremoli e ne ero rimasta molto affascinata. La danzatrice e cantante era Marina Carbone, una bella donna di origini calabresi. Marina, che fa parte dell’associazione MUS (Movimento Unico Sud), non è solo un’ottima ballerina, ma sa anche trasmettere la sua grande passione per la danza. Quando balla il suo viso si illumina tutto con un gran sorriso coinvolgente e da quella sera mi era sempre rimasta la voglia di provare anch’io a danzare la pizzica. Perciò quando ho scoperto che sabato scorso qui a Pontremolici sarebbe stato uno spettacolo di danze popolari meridionali preceduto da un workshop con Marina Carbone ho subito deciso di partecipare.

Notes:

ne ero rimasta molto affascinata = ne in this case means ‘of it/by it’, hence we can translate this phrase as literally ‘I was left very fascinated by it’.
fa parte dell’associazione = the verb fare (to do/to make) is often used instead of the verb essere (to be). Here, “fa parte dell’associazione” means ‘is part of the association’.
mi era sempre rimasta la voglia = when something leaves a long lasting impression on us we use the verb ‘rimanere‘ (to stay), hence: “mi è rimasta la voglia” = ‘it left me with the desire’. Another example is “sono rimasto male per quell’incidente” = ‘that accident left me feeling upset’
sabato scorso qui a Pontremoli ci sarebbe stato = in English, when we are talking about a possible future in the past, we use the present conditional. In Italian, on the other hand, we use the condizionale passato. Therefore, the phrase “sabato scorso qui a Pontremoli ci sarebbe stato…” (literally: last Saturday, here in Pontremoli, there would have been…) translates into English as ‘last Saturday, here in Pontremoli, there would be…’. To understand how this works, read this article

_________________________________________________

Un corso estremamente intenso di un’ora e mezza in cui abbiamo imparato due tipi di danza: la tammurriata e la pizzica. La tammurriata è una danza tradizionale della Campania, che deve il suo nome al tamburo detto ‘tammorra’, che segna il ritmo della danza. All’inizio Marina ci ha fatto vedere un paio di passi base (di lato e avanti e indietro) che non erano troppo difficili, e li abbiamo praticati in gruppo stando in cerchio. Ma ben presto le cose si sono complicate perché nella tammurriata si usano anche le nacchere e si muovono molto le braccia. Mettere tutti questi elementi insieme per me, novizia completa alle danze folkloristiche, è stato praticamente impossibile. Marina ci diceva: “Quando fate il passo a destra spostate il tronco e le braccia a sinistra e viceversa”, ma le mie braccia non ne volevano sapere di muoversi indipendentemente e continuavano ad andare dove andavano le gambe.

Notes:

che deve il suo nome al = the verb dovere (to have to) is also used to mean ‘to owe’, hence the translation ‘which owes its name to…’. Another example is “quanto ti devo?” (‘how much do I owe you?’)
li abbiamo praticati = ‘we practised them’. Notice that when the direct object pronoun (lo/la = him/her/it, li/le = them) comes before the present perfect, the past participle changes in number and gender to agree with the direct object pronoun. To understand how it works, read this article.
le cose si sono complicate = complicarsi is a reflexive verb (literally: to complicate itself). Here, “le cose si sono complicate” means literally ‘the things complicated themselves’, or, in plain English ‘things got complicated’.
le nacchere = best know in Spanish folk music as castanets. Interestingly, the Spanish castanets take their name from the Latin castanea (chestnut), which in Italian is castagna.
folkloristiche = folkloristico is an adjective meaning ‘folk’ and must agree in gender and number with the noun, therefore: musica folkloristica, danze folkloristiche, strumento folkloristico, costumi folkloristici, etc.
non ne volevano sapere di muoversi indipendentemente = here, ‘ne‘ means ‘of it’, hence the literal meaning of this idiosyncratic phrase is: ‘they didn’t want to know anything of it regarding moving themselves independently’. You could translate non ne volevano sapere as  ‘were having none of it’

_________________________________________________

Dopo la tammurriata abbiamo fatto la pizzica, danza tipica del Salento in Puglia. La pizzica si balla su un ritmo più frenetico ed è caratterizzata dai classici saltelli. All’inizio mi sembrava più facile, ma anche qui le cose sono peggiorate immediatamente. Nella pizzica ad un certo punto il ritmo cambia e bisogna fare la ‘voltata’, cioè girare velocemente e fare dei passi speciali, sempre mantenendo il contatto visivo col proprio compagno. Infatti tutte queste danze popolari sono ballate in coppia, anche se non ci si tocca, e anche se si è dello stesso sesso. Per fortuna nel gruppo c’era la mia amica Annalisa, per cui ci siamo subito messe insieme. Era come quando da bambini si fa il gioco di guardarsi negli occhi e bisogna cercare di restare seri … impossibile non ridere!

Notes:

saltelli = from the verb saltare (to jump) literally: ‘little jumps’.
mantenendo il contatto visivo col proprio compagno = il contatto visivo can be translated as ‘eye contact’, and proprio as ‘one’s own’, hence the translation: ‘maintaining eye contact with one’s own partner’.
non ci si tocca = ‘you don’t touch each other’ (literally: ‘one doesn’t touch one’). Here we use toccarsi (to touch one), the reflexive form of toccare (to touch), together with the impersonal form si. We avoid the repetition of si (non si si tocca) by changing the first si into a ci, hence non ci si tocca.
il gioco di guardarsi negli occhi e bisogna cercare di restare seri = once again we have a reflexive verb, guardarsi (to look at one), which in this phrase means ‘to look at each other’, hence: il gioco di guardarsi negli occhi e bisogna cercare di restare seri translates as ‘the game of looking each other in the eyes and trying to stay serious’.

_________________________________________________

… altro che insegnate di yoga rilassata e coordinata! Photo by Geoff.

Devo dire che mi sono divertita moltissimo e che Marina Carbone è un’ottima maestra, che sa unire professionalità con senso dell’umorismo. Però che fatica! e che frustrazione! Più sbagliavo e più mi irrigidivo. Mi sembrava di essere un pezzo di legno che cercava di saltellare e girare su se stesso, altro che insegnate di yoga rilassata e coordinata!

Notes:

Più sbagliavo e più mi irrigidivo = ‘più … più …‘ is used in the same way as ‘the more … the more …’ in English. Hence ‘the more I went wrong, the more rigid I got’.
altro che insegnate di yoga =altro che‘ is a common, but difficult to translate ironic expression meaning something like ‘talk about …!’. Hence: ‘talk about relaxed and flexible yoga teacher!’

_________________________________________________

Any questions? Don’t be shy, we’re here to learn!

A presto!

Tags:
Share this:
Pin it

Comments:

  1. Rosalind:

    No problem with “altro che” but I would have expected it to be followed by the infinitive and then the definite article which would be presumably “insegnare lo yoga”? Can you please explain the given construction?

    • Serena:

      @Rosalind Ciao Rosalind!
      ‘Altro che’ può essere usato con l’infinito, ma anche con un sostantivo. Vedi Treccani: http://www.treccani.it/enciclopedia/altroche-o-altro-che_%28La-grammatica-italiana%29/
      Nella mia frase ‘altro che insegnante di yoga coordinata …’ intendevo dire che in quel momento nessuno avrebbe sospettato che ero un’insegnante di yoga perché ero molto scoordinata.
      La frase ‘altro che insegnare lo yoga’ ha un significato diverso, per esempio: ‘se io volessi guadagnare di più dovrei lavorare in banca, altro che insegnare lo yoga’.
      Saluti da Serena

  2. Susanna:

    molto utili, queste spiegazioni! Grazie tanto a voi!

  3. Rosalind:

    Grazie, @Serena. Tutto capito adesso, era “insegnante”, non “insegnate”, non ci ho pensato. 😁😁👍

  4. Patrizia:

    Sono una studentessa che studio l’italiano da nove anni. Abito negli Stati Uniti vicino a San Francisco. Adesso prendo le lezioni privati con una signora italiana che molto fortunatamente abita vicino a me.
    L’articolo “Let’s Dance Grammar and Vocabulary” è di grande utile per qualcuno come me. Grazie.
    Per favore continua a scrivere occasionalmente i blog questa manniera.

    • Geoff:

      @Patrizia Sono contento che l’articolo ti è stato d’aiuto.

      Saluti da Geoff 🙂

  5. Lesley Brennan:

    Grazie, Geoff. Le tue spiegazioni per me erano molto utili e facile da capire.


Leave a comment: