LearnItalianwith Us!

Start Learning!

Italian Language Blog

All’Isola Di Montecristo Posted by on Jul 17, 2018 in Italian Language

Today, in part nine of ‘The Strange Case Of The Irregular Body’, we’re going to follow Inspector Augusto and Lieutenent Ciceri to the island of Montecristo.

Sono le 4.25 di una notte buia e tranquilla quando un peschereccio arriva nelle acque al largo dell’isola di Montecristo. A bordo insieme al capitano ci sono l’Ispettore Augusto e il Tenente Ciceri travestiti da pescatori: giacca e cappello di cerata, stivaloni di gomma. Augusto e Ciceri stanno in piedi a prua a scrutare l’orizzonte, che si alza e si abbassa davanti a loro. All’improvviso in lontananza appaiono dei piccoli punti luminosi.

Tenente Ciceri: “Ispettore, guardi, ecco l’isola! Si vedono delle luci!”

Man mano che il peschereccio si avvicina, i punti luminosi si fanno sempre più grandi e chiari. Sembrano provenire dalla Villa Reale.

Il capitano segnala la sua presenza lampeggiando tre volte. Dopo qualche istante dal molo rispondono con lo stesso segnale. L’Ispettore Augusto tira un sospiro di sollievo … tutto sta andando per il meglio.

La barca si avvicina lentamente al molo guidata dalla luce segnaletica e attracca. Un uomo vestito con felpa e cappuccio, il viso non visibile, è sul molo con una torcia in mano. Con voce minacciosa si rivolge bruscamente al capitano dell’imbarcazione: “Alla buonora!”

Il Capitano risponde con tono apologetico: “Mi dispiace, abbiamo avuto un’avaria al motore.”

Uomo sul molo: “Siete stati seguiti?”

“No, no, nessuno ci ha seguito!”, si affretta a rispondere il Capitano.

“Scaricate i sacchi e metteteli su quel furgone là”, ordina l’uomo incappucciato ad Augusto e Ciceri indicando un furgone frigorifero parcheggiato lì vicino.

L’Ispettore Augusto e il Tenente Ciceri si scambiano un’occhiata e poi si mettono al lavoro. Scendono nelle celle frigorifere e tirano fuori dei sacchi di plastica neri, non più quelli originali, essendo stati sostituiti alla Capitaneria di Porto di Livorno con altri sacchi contenenti delle vecchie coperte.

“Fermi! Polizia! Mani in alto!”. Geoff gioca ad essere l’Ispettore Augusto. Foto di Serena.

Mentre scaricano e caricano i sacchi, Augusto e Ciceri studiano attentamente la situazione: ci sono solo due uomini, quello sul molo e l’autista del furgone. Entrambi non sembrano essere armati pesantemente, solo un paio di pistole. Al momento del pagamento l’Ispettore Augusto fa un segnale a Ciceri e i due poliziotti estraggono le armi d’ordinanza celate sotto gli impermeabili.

“Fermi! Polizia! Mani in alto!” intima il Tenente Ciceri. I due malviventi non fanno in tempo a reagire, e vengono subito ammanettati. Il Capitano allunga la mano per prendere la valigetta coi soldi, ma l’ispettore Augusto lo blocca: “Vuole essere arrestato anche lei, Capitano?”

Il povero Capitano sospira rassegnato: “Almeno i soldi per il costo della nafta me li potete dare? Ho una famiglia da sfamare” prova a protestare, senza però riuscire ad impietosire l’Ispettore Augusto, che si rivolge ai due arrestati: “Allora, dove bisogna portare questi sacchi?”

“Io non c’entro niente, mi pagano per portare i sacchi su alla villa e basta!” protesta l’autista del furgone.

“Su alla villa? E lì chi c’è?”, risponde l’Ispettore Augusto.

Uomo incappucciato: “Non lo so, non ho mai visto nessuno di persona. Mi contatta per telefono.”

Ispettore Augusto: “Allora chiamalo e digli che la consegna è avvenuta senza problemi e che stai andando su alla villa con la merce.”

Nel frattempo una motovedetta della Guardia Costiera, che si era tenuta ad una certa distanza per non essere vista da Cala Maestra, attracca al molo dopo che l’Ispettore Augusto ha dato il via libera.

Dopo aver consegnato il Capitano e l’autista alla Guardia Costiera, l’Ispettore Augusto e il Tenente Ciceri salgono sul furgone frigorifero con l’uomo incappucciato.

Il mezzo parte alla volta della villa, che si scorge in distanza. Dopo aver percorso una serie di curve appare la facciata della villa. In piedi sulla veranda, incorniciato dalla luce della porta di casa aperta, si intravvede la silhouette di un uomo.

You can read all the previous chapters by clicking on the following links:

Chapter 1: The Strange Case Of The Irregular Body

Chapter 2: An Extremely Subjunctive Investigation

Chapter 3: A Not So Perfect Witness

Chapter 4: A Body Of Evidence

Chapter 5: Who’s There?

Chapter 6: A Few More Bodies

Chapter 7: Alle Otto Di Sera

Chapter 8: L’Interrogatorio

Tags:
Share this:
Pin it

Comments:

  1. paolo:

    Sembra che il vocabolario non finisce mai. Studio l’italiano da sette anni e continuo ad imparare delle nuove parole. Mi chiedo che sia lo stesso in l’inglese per una persona italiana.

    • Serena:

      @paolo Salve Paolo!
      Sì, anche per me è lo stesso problema con l’inglese: dopo tanti anni, quando leggo un libro in inglese, in ogni pagina incontro almeno una parola o un’espressione che non conosco!
      Saluti da Serena

  2. Mike Nicolucci:

    Ancora un altro grande capitolo! Complimenti

  3. Maria:

    Mi piace tantissimo la storia. Tranne pochissime parole, capisco tutto.


Leave a comment: